notizie historiche / la leggenda dei veneti

LA GUERRA DI TROIA E I VENETI

dea caldevigo

la devota di Caldevigo IV° sec. a.C.

Nella seconda metá del XIII secolo a.C. circa, scoppia una guerra fra i Greci e Troia a causa dal rapimento di Elena – moglie di Menelao, re di Sparta – attuato dal figlio di Priamo, re di Troia. Un consistente nucleo nazionale di Veneti – che si erano stabiliti in Paflagonia, fertile terra bagnata dal Mar Nero (oggi Turchia, ma i Turchi la conquistarono completamente solo nel 1300 d.c.) – guidati da Pilemene dal cuore d’eroe soccorse i Troiani combattendo al loro fianco per dieci lunghi anni, nel nono contingente. Il doloroso epilogo vuole che Troia – presa con lo stratagemma-inganno del cavallo di legno – venga distrutta, mentre i Veneti – risparmiati dai Greci in quanto fautori della pace assieme ad Antenore ed Enea – non rientreranno in Paflagonia, perché cacciati da una rivoluzione (Livio libro I, cap. 1-3). Quindi, guidati dal troiano Antenore si diressero verso la parte piú interna dell’Adriatico, nell’attuale Veneto fondando la cittá di Padova. Comunitá di Veneti che non parteciparono alla spedizione troiana continueranno a vivere in Paflagonia, per almeno mille anni.


IL MITO ANTENORREO

E’ evidente che la guerra scoppió per interessi legati alla supremazia di remunerativi traffici commerciali marittimi, tra l’esercito ellenico – schierato con molte navi da guerra e 100.000 soldati – ed il ricchissimo e potente emporio di Troia, il quale a sua volta poteva contare sull’aiuto di popoli abitanti dall’entroterra sino alle lontane coste del Mar Nero, compresa la Federazione Paflagone di cui facevano parte i Veneti. I Veneti in Paflagonia avevano come dimora le cittá di Citoro (oggi Gideros), stavano intorno a Sesamo (oggi Amsra), e intorno al fiume Partenio abitavano nobili case (oggi Bartin, la romana Bitinia), e Cromna (oggi Curakasile), Egialo (oggi Aidos-Cide) e l’eccelsa Eritini (oggi Cakraz) Iliade libro II, vv.851-855. Essi erano mercanti che da soli, o con i Troiani, o con altre popolazioni non elleniche controllavano quell’area strategica di intermediazione del traffico delle merci; i Veneti per spostarsi dal Centro Europa verso l’Asia Minore e da qui risalire l’Adriatico seguirono rotte carovaniere, marittime o fluviali estremamente pericolose, ma non impossibili. Di sicuro avranno navigato il Danubio, la Sava e la Drava. Oppure l’Elba, l’Odra, la Vistola, il Dnjeper. I Vichinghi… che verosimilmente costruivano le famose navi seguendo le esperienze venetiche, si insediarono lungo il Dnjeper, soprattutto a Kiev, nonché piú avanti a Bisanzio con cui mantenevano vivaci scambi commerciali …. Essi erano giunti dal Baltico non attraversando i mari bensí navigando i fiumi russi.


TERA DA MAR
I Vichinghi … che verosimilmente costruivano le famose navi seguendo le esperienze venetiche, si insediarono lungo il Dnjeper, soprattutto a Kiev, nonché piú avanti a Bisanzio con cui mantenevano vivaci scambi commerciali …. Essi erano giunti dal Baltico non attraversando i mari bensí navigando i fiumi russi. Se ai Vichinghi era nota questa via, perché non poteva esserlo molto prima ai Veneti?” (Matej Bor – I Veneti … pag. 253). Sappiamo che i Veneti erano esperti navigatori ed abili marinai, nel Mar Baltico – dove sorgeva a nord di Stettino, Vineta, urbs venetorum – e nell’Atlantico; “I Veneti hanno potenza molto superiore a quella di quanti abitano le zone costiere di quelle regioni, sia perché posseggono moltissime navi, con le quali sono soliti navigare verso la Britannia, sia perché superano tutti gli altri per cognizioni e pratica nell’arte della navigazione, sia perché in un mare cosí impetuoso ed aperto (pochi porti sono disseminati qua e la, ed essi li possiedono) hanno sottoposto ai loro tributi quasi tutti coloro che sono soliti passare per quelle acque” (G. Cesare De Bello – Libro terzo, VIII). (parzialmente tratto da veja.it)


cropped-logobpc.png

go back

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...